Cibo

DONA LO SPORT E SALVA UNA BAMBINA!

Juba vive a Péhunco, nel dipartimento dell’Atacorà, con i suoi genitori e 4 fratellini. Juba lo scorso anno ha dovuto abbandonare gli studi per aiutare quotidianamente la sua mamma nei campi e badare ai suoi fratelli.

Siamo in Benin, un Paese dove un bambino su due non riesce a portare a termine il percorso scolastico perché la famiglia non ha le risorse per mandare a scuola i propri figli. Le prime a lasciare i banchi sono bambine e ragazze, che non riescono a terminare gli studi o a raggiungere adeguati livelli di istruzione e alfabetizzazione perché, a causa della forte povertà, sono costrette a lavorare per contribuire al sostentamento economico della propria famiglia.

Grazie a questo tuo dono centinaia di bambine potranno partecipare a giochi educativi e sportivi organizzati nelle scuole del Benin, per divertirsi e per imparare l’importanza del diritto all'istruzione, soprattutto femminile. Tramite l’uso di palloni, corde per saltare, fischietti e tanti altri attrezzi, queste bambine potranno vivere la loro infanzia e comprendere davvero il proprio valore e l’importanza della scuola, dando più voce ai propri diritti all’interno della propria famiglia e comunità!

Con il tuo aiuto regalerai a Juba e a tante altre bambine un futuro di spensieratezza, consapevolezza e indipendenza. Perché una bambina istruita diventerà una donna libera e padrona del proprio destino.

Scegli la quantità

Donazione di 35,00

Per donare di più, modifica l’importo


COME SOSTENERCI

solo donazione Invia un’ecard Stampa biglietto

Stai supportando il seguente progetto

  • PROTEZIONE DELL’INFANZIA E DIRITTO AD UN’EDUCAZIONE DI QUALITÀ

    Il Benin ha una popolazione di circa 11,8 milioni di abitanti. Il paese si trova al 163° posto nell’Indice di Sviluppo Umano e il tasso di alfabetizzazione totale della popolazione adulta sopra i 15 anni corrisponde a una media del 42%, di cui 31% per le donne e 54% per gli uomini.

    In questo contesto, il tasso di abbandono scolastico è molto elevato, soprattutto tra le ragazze e nelle zone rurali. Secondo un rapporto dell'Unicef del 2020, un bambino su due (52,2%) è coinvolto nel lavoro minorile, e quasi 4 su 10 lavorano in condizioni pericolose. 

    Obiettivo del progetto è di garantire il diritto di ogni bambino e bambina ad una vita dignitosa, promuovendo in particolare la protezione dell’Infanzia e il diritto all’educazione per le bambine e i bambini. Il progetto si svolgerà in quattro comuni del Dipartimento dell’Atacorà: Natitingou, Toucountouna, Kouandé e Péhunco.

CON QUESTA DONAZIONE CONTRIBUISCI A:
il tuo regalo aiuta...
il tuo regalo aiuta...
il tuo regalo aiuta...
 
Vuoi aggiungere un altro regalo?