Cibo

ABBRACCIA UNA MAMMA

Esther lavora la sua terra dalla mattina alla sera. L’orto è la sua vita e quella dei suoi figli, ma a causa della pandemia, dei cambiamenti climatici e delle forti piogge, i terreni hanno subito enormi danni, aggravando una situazione già terribile.

Grazie a te possiamo riscrivere la storia di Esther e di tante donne in Benin. Con 15€ doni un kit di sementi e attrezzi agricoli potenziati a una mamma che potrà così coltivare il suo campo e nutrire i suoi figli.

Dall’altra parte dell’Africa invece, in Kenya, c’è Chemutai, madre fiera e instancabile, che vive per i suoi otto figli. Otto bocche da sfamare. Per Chemutai il suo fornello è fondamentale, ma bruciando combustibile fossile, nella sua capanna poco areata, i rischi a cui va incontro sono altissimi; i fumi potrebbero addirittura ucciderla.

Attraverso il tuo contributo di 10€, puoi regalare a una mamma come Chemutai un fornello più sicuro e a basso consumo, aiutandola a provvedere al nutrimento dei suoi figli e a respirare aria pulita.

Dona ora e aiutaci ad abbracciare una mamma!

Scegli la quantità

Donazione di 25,00

Per donare di più, modifica l’importo


COME SOSTENERCI

solo donazione Invia un’ecard Stampa biglietto

Stai supportando il seguente progetto

  • MIGLIORAMENTO DELLA SICUREZZA ALIMENTARE E DELLE CONDIZIONI IGIENICO-SANITARIE DELLE COMUNITÀ DELL’ATACORA

    Il Benin è uno tra i Paesi più poveri del mondo e la sua economia, basata principalmente su un’agricoltura di sussistenza, continua a peggiorare a causa di un aumento della deforestazione e di una notevole diminuzione delle piogge. L’insicurezza alimentare, la malnutrizione, le difficoltà nell’accesso all’acqua potabile e le malattie a trasmissione oro-fecale sono ampiamente diffuse. A oggi il 33% delle famiglie rurali beninesi non è in grado di soddisfare il fabbisogno minimo alimentare (dati FAO e WFP). Nel dipartimento dell’Atacora l’insicurezza alimentare si manifesta in forma cronica, avendo vissuto per alcuni decenni una forte dipendenza dal sistema produttivo del cotone di origine coloniale, che ha scoraggiato la popolazione a investire in produzioni agricole per uso alimentare.  Qui l’insicurezza alimentare è più alta che nel resto del Paese e raggiunge la preoccupante cifra del 51%.

CON QUESTA DONAZIONE CONTRIBUISCI A:
il tuo regalo aiuta...
il tuo regalo aiuta...
il tuo regalo aiuta...
 
Vuoi aggiungere un altro regalo?