Food dal mondo

COLOMBA GRAN PASSITO

Grazie alla collaborazione con la cooperativa sociale Libero Mondo, puoi decidere di sostenere i progetti di Mani Tese ogni volta che addenterai una fetta di questa colomba Gran Passito. Ingredienti del Commercio Equo e Solidale, quali uvetta del Cile, mandorle della Palestina e zucchero di canna delle Mauritius e dell’Ecuador, incontrano il vino Piemonte DOC Moscato Passito in un delicato ed armonioso connubio di sapori finemente rifinito da un’abbondante glassatura.

Per ogni colomba 15€ saranno devoluti a Mani Tese. 

NB: Per l'ordine sono solitamente richiesti almeno 5 giorni lavorativi di anticipo rispetto alla data di ricezione desiderata. Se desideri ricevere il prodotto prima di Pasqua 2021 (4 aprile) ti chiediamo di completare il tuo ordine entro e non oltre la mezzanotte di domenica 21 marzo 2021. 

INGREDIENTI: 

Farina di frumento, uva sultanina*(22%), glassa (zucchero integrale di canna****, mandorle***, albume d’uovo, farina di riso), tuorlo d’uovo, burro, zucchero di canna**, lievito naturale (farina di frumento, acqua), emulsionanti: mono e digliceridi degli acidi grassi alimentari E471, lecitina di girasole E322; vino Piemonte DOC Moscato Passito (2,9%), succo d’uva, sciroppo di zucchero invertito, vino liquoroso, sciroppo di glucosio-fruttosio, malto d’orzo, sale, aromi. Può contenere soia e altra frutta a guscio. Prodotta utilizzando esclusivamente uova da galline italiane allevate a terra.

Ingredienti del Commercio Equo e Solidale: 42% a valore

*    Proveniente da Mi Fruta (Cile)

**   Prodotto da Mauritius Sugar Syndicate (Mauritius)

***  Provenienti da Sindyanna (Palestina)

**** Prodotto da Corporación Gruppo Salinas (Ecuador)

Scegli la quantità (Quantità min. 1)

Donazione di 0,00


Scegli il progetto da sostenere

  • BAMBINI AL SICURO IN CAMBOGIA

    Protezione, accoglienza e reinserimento nelle famiglie e nella società per bambine e bambini vittime di trafficking e abusi.

  • MIGLIORAMENTO DELLA SICUREZZA ALIMENTARE E DELLE CONDIZIONI IGIENICO-SANITARIE DELLE COMUNITÀ DELL’ATACORA

    Il Benin è uno tra i Paesi più poveri del mondo e la sua economia, basata principalmente su un’agricoltura di sussistenza, continua a peggiorare a causa di un aumento della deforestazione e di una notevole diminuzione delle piogge. L’insicurezza alimentare, la malnutrizione, le difficoltà nell’accesso all’acqua potabile e le malattie a trasmissione oro-fecale sono ampiamente diffuse. A oggi il 33% delle famiglie rurali beninesi non è in grado di soddisfare il fabbisogno minimo alimentare (dati FAO e WFP). Nel dipartimento dell’Atacora l’insicurezza alimentare si manifesta in forma cronica, avendo vissuto per alcuni decenni una forte dipendenza dal sistema produttivo del cotone di origine coloniale, che ha scoraggiato la popolazione a investire in produzioni agricole per uso alimentare.  Qui l’insicurezza alimentare è più alta che nel resto del Paese e raggiunge la preoccupante cifra del 51%.

  • SCUOLA, DIRITTI E AGROECOLOGIA PER LE BAMBINE E LE DONNE DEL BENIN

    In Benin, il livello di discriminazione delle donne è altissimo. Sin da bambine sono costrette ad abbandonare la scuola per occuparsi della casa e del raccolto ma raramente sono proprietarie terriere e il più delle volte vengono escluse dai processi decisionali della comunità.  Il progetto si propone di contrastare la dispersione scolastica, creare consapevolezza delle donne rispetto ai loro diritti di cittadinanza e supportarle nella commercializzazione di prodotti locali tradizionali

CON QUESTA DONAZIONE CONTRIBUISCI A:
il tuo regalo aiuta...
il tuo regalo aiuta...
il tuo regalo aiuta...
 
Vuoi aggiungere un altro regalo?