LA SCUOLA STA PER INIZIARE, PERMETTI A UNA BAMBINA DI STUDIARE!

“Quella mattina non l’ho vista arrivare. Ho sperato con tutta me stessa che fosse solamente in ritardo, ma quando ho letto ASSENTE sul registro, ho capito. Ho capito che Dara era in pericolo. La conosco da quando è nata, per nessun motivo al mondo avrebbe saltato un giorno di scuola volontariamente.”

Queste sono le parole con le quali inizia la lettera che abbiamo ricevuto poco tempo fa dalla direttrice di una scuola primaria nel comune di Kouandé, in Benin. Questa lettera non è la prima e nemmeno l’ultima di una lunga serie. In questo Paese solo nel 2020, altri 2096 bambini sono stati costretti a lasciare la scuola nei cinque comuni in cui operiamo. La ragione è sempre la stessa: le famiglie, stremate dalla povertà e dalle fatiche, non possono permettersi di garantire ai propri figli un’istruzione.

In Benin, come anche in Cambogia e Guinea-Bissau, dove operiamo tramite le nostre Case di Accoglienza, il numero di bambini costretti ad abbandonare la scuola finendo vittima di abusi, lavoro minorile, matrimoni forzati e violenze è aumentato vertiginosamente durante l’ultimo anno, anche a causa dell’assoluta povertà che la pandemia ha lasciato dietro di sé.

Non c’è un secondo da perdere, il nuovo anno scolastico inizierà tra pochissimo e noi abbiamo bisogno di te. Dara e tantissimi altri come lei hanno bisogno di te!

Una bambina o un bambino seduti al proprio banco sono bambini al sicuro, sono persone che giorno dopo giorno diventano consapevoli dei propri diritti e si avvicinano passo dopo passo alla vita dignitosa che sognano e che meritano.

Aiutaci a riportarli in classe al suono della campanella, aiutaci a proteggere il loro diritto all’istruzione, alla libertà.